Virtual Reality: quale dispositivo scegliere?

Virtual reality quale scegliereSiamo nell’anno della Virtual Reality, ma è ancora difficile capire quale azienda dominerà effettivamente il mercato. Possiamo prevedere quale dispositivo sarà meglio acquistare per l’utilizzo nel settore dell’architettura e del design?

Sono 2 i dispositivi che questi mesi stanno lottando per conquistare il podio in ambito di Virtual Reality, ma se li guardiamo da più vicino la realtà è che sembrano puntare per traguardi differenti.

Prezzi e bundle:

Oculus rift in base alle stime ad oggi fornite, costerà circa 200 dollari in meno rispetto ad HTC Vive, bisogna però evidenziare quello che sarà il bundle di Vive:


HTC Vive – € 849 (stimati)

  • Dispositivo
  • Due controller wireless Steam VR
  • Due base station laser di rilevamento dei movimenti
  • Vive Link Box (piattaforma di connessione)
  • Vive Earbuds (cuffie)

Oculus Rift – € 699

  • Il dispositivo
  • Un controller wireless Xbox One
  • Oculus Remote

Oculus Rift ha infatti posticipato l’uscita dei suoi controller “Oculus Touch” di cui ancora non se ne conosce il prezzo, potendo effettivamente pareggiare quello anticipato di HTC Vive.

Quali saranno però effettivamente le differenze tra i due visori? Oculus e HTC Vive si somigliano molto, ma testandoli ci si accorge che Oculus è più propenso per un’applicazione video-ludica atta a trasformare le nostre abitudini in ambito di videogames, film e spettacolo; ad oggi rimane quindi il dispositivo più versatile, e con caratteristiche di nitidezza e dettaglio leggermente superiori.

HTC Vive non è però da meno: il livello grafico è per entrambi elevatissimo, ma soprattutto per come viene presentato, offre a differenza di Oculus Rift una maggiore immersione non incentrata necessariamente al gaming; questo lascia pensare che apparterrà ad un circuito d’elite più specifico, adattandosi meglio a scopi come appunto la presentazione di progetti 3d per designer ed architetti, a dimostrazioni in genere, ad addestramenti sportivi oppure a scopi prettamente didattici.

Inutile nasconderti la notizia che ha forse fatto più scalpore riguardo ad entrambi i visori, ovvero i requisiti minimi per un funzionamento ottimale su pc:


HTC Vive:

  • SCHEDA GRAFICA – NVIDIA GeForce GTX 970 / AMD Radeon R9 290 o superiore
  • PROCESSORE – Intel i5 4590 o superiore / AMD FX 8350 o superiore
  • RAM – 4GB o superiore
  • OUTPUT VIDEO – HDMI 1.4 o DisplayPort 1.2 o superiore
  • PORTE USB – Una USB 2.0 o superiore

Oculus Rift:

  • SCHEDA GRAFICA – NVIDIA GeForce GTX 970 / AMD Radeon R9 290 o superiore
  • PROCESSORE – Intel i5 4590 o superiore
  • RAM – 8GB o superiore
  • OUTPUT VIDEO – HDMI 1.3
  • PORTE USB – Tre porte USB 3.0 ed una USB 2.0

Sembra un’esagerazione, ma credimi il livello di dettaglio è elevatissimo e richiede un calcolo delle immagini ad una velocità nettamente superiore rispetto a quella richiesta da un semplice display, questo perchè prendendo d’esempio HTC Vive, devono renderizzare uno spazio virtuale di 4,5 x 4,5 metri!

La paura del motion sickness è fortunatamente sfatata, il livello di frame rate sarà infatti talmente elevato da non creare alcun malore durante l’utilizzo, una caratteristica che non potevano di certo trascurare.

Penso che per chi vorrò introdurre la virtual reality in ambito lavorativo sia meglio aspettare l’uscita definitiva di entrambi i visori e raccoglierne attentamente le recensioni degli utenti; quindi…Se hai avuto il coraggio di preordinare il visore ed avventurarti nel futuro o la fortuna di testare i due prototipi, aiutaci raccontandoci la tua esperienza e la tua opinione! Occhiolino

No Comments
Leave a Reply